Tornei di Poker

World Series of Poker

Sarà che sono sempre più i giovani a diventare campioni del mondo, sarà perché si tiene in quella che è universalmente la capitale del gioco d’azzardo, ossia Las Vegas, fatto che sta i Mondiali di Poker, ossia le World Series of Poker, sono l’appuntamento più ambito di tutto il panorama, con il Main Event decisivo che si gioca nella versione Texas Hold’em No Limit, e a cui possono arrivare tutti se capaci, professionisti e non. Sebbene una prima rudimentale edizione la si disputò nel 1968 a Reno, ufficialmente le prime World Series of Poker si disputarono due anni dopo presso il casinò Binion's Horseshoe, con appena cinque eventi: 5 card stud, Deuce to seven low-ball draw, Razz, 7 card stud, e Texas Hold'em. Oggi il numero di eventi è di gran lunga superiore. Non di meno, oltre a eleggere il campione, dal 2004 viene assegnato anche un altro premio, il Player of the Year, riconoscimento che rimunera chi ha accumulato più punti durante le correnti World Series. Infine dal 2007 si disputano anche le World Series of Poker Europa (WSOPE).

European Poker Tour

L’European Poker Tour è il circuito europeo di poker sportivo che organizza tornei di Texas Hold’em modalità No Limit in tutta Europa. A differenza delle World Series però dove ci sono eventi con buy in abbordabili, l’EPT è caratterizzato da tornei cui per iscriversi serve un portafogli pasciuto: si va infatti dai cinquemila ai diecimila euro. Attualmente l’European Poker Tour fa tappa in undici città del vecchio continente: Barcellona (Spagna), Baden (Austria), Copenaghen (Danimarca), Varsavia (Polonia), Sanremo (Italia), Dortmund (Germania), Londra (Regno Unito), Dublino (Irlanda), Montecarlo (Monaco), Praga (Repubblica Ceca) e Tallinn (Estonia); oltre a ciò, vi è anche è la tappa extraeuropea di Nassau, capitale delle Bahamas. Seguendo il modello calcistico, questo torneo itinerante si svolge a cavallo di due anni effettivi, incominciando tra agosto e settembre per poi concludersi tra aprile e maggio dell’anno successivo.

Gli altri tornei

Se il poker un tempo era considerato un gioco solo per gli addetti del mestiere, in particolare per quelli che già operavano nel settore, oggi, dopo l’esplosione del gambling e la legalizzazione del gioco cash, ogni confine immaginabile è crollato e sempre più nuove generazioni crescono a base di pixel e Texas Hold’em. Indirettamente il fenomeno web ha ingrossato il numero dei partecipanti dei sempr epiù eventi pokeristici live, e oggi sono appuntamenti consolidati e sempre più noti, a cominciare dall’Italian Poker Tour (con tappe a Campione, San Remo, Nova Gorica, San Marino e Malta), quindi il Latin American Poker Tour (prima edizione nel 2008), l’Asia Pacific Poker Tour (iniziato nel 2007 con cinque eventi organizzati nelle Filippine, Corea del Sud, Cina e Australia) e l’Australia New Zealand Poker Tour. In altre parole (quasi) tutto il pianeta. Se a questi si aggiungono tutti i tornei singoli delle varie nazioni, si capisce in fretta come il poker sia sempre di più un aspetto intrinseco delle società del XXI secolo.